Gestire Conflitti e Critiche

La gestione consapevole delle situazioni conflittuali


Come reagiamo alle critiche

Alzi la mano chi può affermare sinceramente di saper “incassare” una critica  senza sentirsi colpito nel proprio orgoglio e, per questo, ritenersi giustificato a reagire difendendosi o contraccambiando “l’offesa”. Quando ci troviamo in una situazione di questo tipo la nostra razionalità cede il passo all’istintività: perdiamo il controllo, spesso la situazione degenera, a volte arriviamo sino ad un punto di non ritorno.

 

Obiettivi

  • Identificare i meccanismi psicologici (consci e inconsci) connessi alle critiche e i nodi da cui s’innescano circoli viziosi sterili e spesso inarrestabili
  • Proporre linee guida operative, chiare e semplici, che, partendo da tali meccanismi psichici, consentano di attuare reali cambiamenti nella propria capacità di gestione costruttiva delle critiche
  • Fornire linee guida operative

 

A chi è rivolto

Tutti coloro che operano in ogni area funzionale e che vogliono sviluppare la loro capacità di gestire situazioni conflittuali o momenti di tensione trasformandoli in punti di forza.

 

Argomenti trattati

I conflitti in ambito professionale

Tutto ciò è assolutamente umano e comprensibile ma poco utile, soprattutto quando il conflitto si scatena tra individui che, loro malgrado, dovranno continuare a rapportarsi tra di loro per motivi professionali. La gestione dei conflitti non è semplice ma non è nemmeno impossibile.

Imparare a gestire i conflitti

Il corso si pone l’obiettivo di aiutarvi a individuare i meccanismi psicologici (consci e inconsci) che scatenano il conflitto, dandovi chiare e semplici linee guida operative capaci di attuare reali cambiamenti nella vostra capacità di gestione costruttiva delle critiche e dei conflitti.

 

Il Programma del Corso “Gestire Conflitti e Critiche”

Le direzioni della critica

  • Le 3 direzioni della critica:
    • autocritica
    • rivolgere critiche
    • ricevere critiche
  • Relazioni fra le 3 direzioni della critica
  • Gli errori più frequenti e i circoli viziosi instaurati dalle critiche
  • Relazioni fra autostima e capacità di gestire la critica: ricerche e parametri statistici di riferimento
  • Differenze in relazione al sesso e all’età

Il conflitto

  • Il conflitto come risorsa
  • Potere a somma costante e potere a somma variabile
  • Divergenza e cambiamento

Meccanismi psicologici coinvolti nella critica

  • Meccanismi psicologici e istinto
  • I meccanismi psicologici alla base degli errori: dove siamo tutti uguali e dove ognuno è diverso
  • Il momento e il modo della critica: perché si rimanda, perché si generalizza, perché si fa finta di niente
  • Relazione fra tempi e probabilità di raggiungere l’obiettivo
  • Messaggi paradossali e assunzione di responsabilità
  • Spunti di riflessione dal mercato: insoddisfazione del cliente e reclamo. Parametri statistici per valutare le conseguenze dei diversi modi in cui è gestita l’insoddisfazione
  • Due vagoni viaggiano su binari paralleli ma a velocità diverse: come trattare i due diversi aspetti della critica
  • Elementi base di comunicazione

Le tipologie di pensiero che favoriscono l’evoluzione

  • Pensare per blocchi e pensare per pelli
  • Valori e organizzazione gerarchica dei valori
  • Valori e nodi concettuali
  • Identificazione dei valori guida in gioco
  • Ogni conflitto è uno scontro fra animali e uno scontro fra valori: come individuare e gestire gli elementi cruciali del conflitto
  • Test: attribuzione di responsabilità e cambiamento. La nostra condotta istintiva in presenza di errore

Linee guida operative

  • Gli obiettivi:
    • espliciti
    • impliciti
    • latenti
  • Ristrutturazioni e ampliamenti di campo
  • Priorità individuali, priorità condivise
  • Formulazione di critiche costruttive:
    • la scelta dei tempi
    • il canale dell’emotività
    • “messaggio tu”, “messaggio io”
    • chiarificazione dell’obiettivo
    • esplicitazione delle conseguenze
    • le 5 fasi
  • Gestione assertiva della critica ricevuta:
    • il meccanismo naturale
    • limiti e pericoli del circuito naturale
    • modifiche necessarie (e possibili) del circuito naturale
    • le 4 fasi

Esercitazioni videoregistrate e commentate

Edizioni Corso ID 186

SEDEDALAL
Milano 27/11/2017 28/11/2017
Milano 15/01/2018 16/01/2018
Milano 19/04/2018 20/04/2018
Milano 14/06/2018 15/06/2018
Milano 04/10/2018 05/10/2018
Milano 03/12/2018 04/12/2018


Contattaci se hai bisogno di Informazioni

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

ID del Corso (richiesto)

Azienda

Il Tuo Numero Telefonico (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D.Lgs. 30/06/2003 n°196

Iscrivimi alla newsletter

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Informazioni sul Corso
  • Id del Corso:186
  • Costo:€ 1315 (+IVA)
  • Documentazione:Pdf Corso
  • Giorni:2
  • Timings:dalle 9.30 alle 17.30

Corsi Correlati