Fake-news Mai come in questo contesto si rende necessario rispondere a questo quesito: Come facciamo a difenderci dalle fake news?
E’ proprio in questi momenti di difficoltà che molti siti web che operano in maniera decisamente poco etica approfittano del momento per monetizzare, perché questo è lo scopo principale delle fake news.

La definizione fake news viene dall’inglese e significa notizia falsa.

Le notizie false sono sempre esistite ma questo delicato argomento è tornato alla ribalta in questo periodo perché, grazie a Internet ed ai Social Network, è decisamente più facile far circolare notizie prive di fondamento.

Dobbiamo, in primis, imparare a navigare consapevolmente, verificando fonti e firme e assumendoci la responsabilità di quanto condividiamo.

Ecco alcune semplici indicazioni per proteggere noi stessi e le persone con le quali intendiamo condividere un’informazione.

  • Sarebbe meglio evitare i meri copia e incolla dai social: l’illusione dell’informazione gratuita ha indubbiamente contribuito alla diffusione delle fake news e i loro produttori hanno trovato terreno fertile.
  • Meglio non condividere indiscriminatamente audio su WhatsApp. Facciamo un esempio molto calzante in questo momento. Chiedetevi se un Dottore, in questo momento tragico, si permetterebbe di creare audio senza senso, senza destinatari precisi, senza nome, cognome e qualifica, per prescrivere o consigliare farmaci o per diffondere il panico. Assurdo e poco proficuo.
  • Degli articoli che decidete di condividere, non leggete solo i titoli: spesso creati appositamente per farci “cliccare” e generare così un guadagno o manipolare l’opinione pubblica. Diffidate in primis dai titoli provocatori o da quelli “sensazionalisti”.
  • La cosa più opportuna da fare è verificare le fonti: dobbiamo sviluppare il nostro lato investigativo per non inquinare il web. Costa fatica? Piuttosto non condividete, quello non costa nulla.
  • Molto d’aiuto risulta anche la verifica della data: se la notizia è datata, verifica che non sia solo una distorsione o rielaborazione di un evento passato.

Se in questo periodo dovessero sorgervi dei dubbi in merito alle notizie sul tema salute, è bene sapere che esiste un servizio gratuito dell’ ISS nato appositamente per verificare questo tipo di informazioni.

L’utente che naviga in rete deve maturare uno sguardo critico, non sempre è facile con la mole di informazioni che riceviamo ogni giorno ma, oggi più che mai, è un nostro dovere.

Georgia Conti

Georgia Conti

Georgia si dedica al digital marketing dal 2005. In pochi anni ha costruito un marchio che ha portato al successo grazie alle sue abilità nel gestire numerose Social Community. Libera pensatrice per scelta, si dedica allo studio di tutte le digital news per riportarle al pubblico di Scuola di Palo Alto in maniera semplice ed efficace. Il digital marketing è pane quotidiano per i suoi denti.