virtual-influencerArrivano gli influencer virtuali, personaggi generati da computer, molto richiesti perché “onnipresenti” anche nel contesto del distanziamento sociale.

L’influencer marketing ha accusato un duro colpo a causa della pandemia. Molti creators sono stati costretti a modificare le loro strategie di contenuto a causa delle limitazioni tecniche e delle difficoltà che le misure di distanziamento sociale hanno portato a tutti i creatori del web. Ci riferiamo soprattutto agli influencer che lavorano per marchi il cui contenuto è principalmente basato sui viaggi ed eventi di promozione e vendita che hanno accusato molto durante la pandemia.

La soluzione sembra essere stata trovata da aziende come Brud , The Diigitals e Geniesche che hanno pensato di creare influenzer virtuali generati dal computer. Il motivo principale è piuttosto comprensibile. Gli influencer virtuali possono andare ovunque, in qualsiasi momento, senza dover badare al distanziamento sociale. Questo è il motivo per cui molti marchi si stanno interessando a queste aziende e start-up e stanno usando i loro virtual influencer per la commercializzazione dei loro prodotti.

Alcuni dei più famosi influencer virtuali sono la pop star Lil Miquela di Brud , Shudu Gram, la famosa top model virtuale creata da Cameron James Wilson dei The Diigitals e l’artista musicale J Balvin dei Genies. Questi influencer virtuali hanno un grande seguito, in particolare Shudu Gram, che è estremamente popolare su Instagram con oltre 205.000 follower.

Indubbiamente si tratta di una tipoogia di influencer marketing estremamente innovativa ed efficace per svolgere attività di promozione anche quando il resto del mondo sta attraversando una grave crisi finanziaria. La conferma arriva dal presidente di Brud, Kara Weber, la quale evidenzia che, mentre ci sono restrizioni per i viaggi e obbligo di distanziamento sociale, la sua Lil Miquela continua a riscuotere un grande successo con i maggiori brand. Si sono rivolti a lei marchi famosi come Givenchy, Samsung, Prada, Calvin Klein e molti altri. Lil Miquela non è solo un influencer virtuale generato dal computer, è anche una pop star e quindi anche un’icona della moda. Secondo Kara Weber, Miquela è anche molto vicina ai suoi fan e amici umani e capisce le difficoltà che stanno vivendo a causa della pandemia. Non sembra quindi mancare anche un lato “più umano”.

chi-sono-i-virtual-influencerAziende come Brud, The Diigitals e Genies stanno traendo grandi benefici dai loro influencer virtuali, stipulando accordi con marchi esclusivi, generando entrate da contenuti basati che includono apparizioni televisive e uscite musicali, prodotti di consumo e molto altro ancora. Le possibilità sono infinite!

La top model Shudu Gram è stata prenotata da marchi di moda come Balmain.

Oltre a modelli e artisti del mondo della musica, i marchi si stanno interessando anche agli influencer virtuali appartenenti ai settori della tecnologia, della medicina e della finanza.

Marchi come Cheetos, Gucci, New Balance e Bird hanno già utilizzato versioni digitalizzate di celebrità e influencer create da Genies in passato e ora, con la pandemia in corso, la popolarità di questi influencer virtuali sta aumentando ulteriormente.

Dovranno forse preoccuparsi Chiara Ferragni e le sorelle Kardashian per questa nuova tendenza?

Georgia Conti

Georgia Conti

Georgia si dedica al digital marketing dal 2005. In pochi anni ha costruito un marchio che ha portato al successo grazie alle sue abilità nel gestire numerose Social Community. Libera pensatrice per scelta, si dedica allo studio di tutte le digital news per riportarle al pubblico di Scuola di Palo Alto in maniera semplice ed efficace. Il digital marketing è pane quotidiano per i suoi denti.