Neuroscienza digitale: come aumentare le vendite

neuroscienza digitaleCos’è la neuroscienza digitale? Si tratta di una scienza in grado di capire i meccanismi di funzionamento del nostro cervello in termini digitali. Conoscere i processi neurali significa aumentare esponenzialmente il gradimento dell’esperienza di acquisto o di navigazione sul nostro sito.

Le Neuroscienze studiano il sistema nervoso e il modo in cui esso elabora le informazioni. Applicando queste conoscenze alla vita quotidiana, gli scienziati sono in grado di capire come facciamo a prendere delle decisioni, come memorizziamo, come comunichiamo attraverso il linguaggio e come scegliamo, quindi, di cliccare su un link rispetto ad un altro.

Ogni prodotto, servizio, comunicazione, sito web e interfaccia digitale ha bisogno di un vero e proprio progetto, per sfruttare al meglio le capacità umane di assimilazione delle informazioni.

Ma come fare ad aumentare la conversion del proprio sito web? Come fare, per esempio, ad aumentare le vendite di un sito e-commerce? Come fare ad aumentare click, visite o permanenza sulla pagina?

  1. Occorre sperimentare la User Experience: analizzare e studiare l’esperienza  della navigazione e dell’esplorazione di una piattaforma digitale (APP, sito web, social network…) per individuare gli ostacoli che trovano i fruitori e per suggerire eventuali modifiche.
  2. Indispensabile lavorare su concetti e keywords: individuare l’insieme di parole più efficaci ed efficienti che un’impresa può utilizzare per l’elaborazione di contenuti sia per le comunicazioni interne che esterne.
  3. Attenzione al visual concept: permette di individuare i colori, i concetti, gli oggetti e le composizioni più efficaci per gli utenti.

L’utilizzo di test A/B può essere utile per valutare le alternative migliori ma questo strumento non è sufficiente.

Le aziende incominciano a “testare i consumatori” da un punto di vista neurale per prendere decisioni strategiche.  I maggiori utilizzatori di questo approccio sono Google, Amazon, Procter & Gamble, Tesco e Expedia.

Esistono vere e proprie società di ricerca il cui unico scopo è quello di comprendere i processi neurali nel mondo digital.

cervello neuroscienzaChe strumenti vengono utilizzati per le analisi di neuroscienza digitale?

  1. l’EEG (elettroencefalogramma): registra l’attività elettrica del cervello, è in grado di farci capire quando l’utente è maggiormente attratto da quello che vede.
  2. ET (eye-tracking):  questa tecnologia misura e registra i movimenti dell’occhio. In altre parole, ci dice dove sta guardando l’utente e cosa attira di più la sua attenzione.
  3. FC (facial coding): questo sistema misura e registra i movimenti volontari e involontari dei muscoli facciali.
    La tecnologia di FC è in grado di decifrare espressioni che indicano fiducia o eccitazione.
  4. GSR (galvanic skin response): in questo caso si misura la conduttanza cutanea. Più la cute suda, più è in grado di condurre elettricità. Questo aspetto è direttamente riconducibile alle emozioni.

La neuroscienza digitale è la nuova frontiera dei digital marketing manager, indispensabile per prendere decisioni strategiche sostenute da dati certi.

 

 

 

 

Georgia Conti

Georgia Conti

Georgia si dedica al digital marketing dal 2005. In pochi anni ha costruito un marchio che ha portato al successo grazie alle sue abilità nel gestire numerose Social Community. Libera pensatrice per scelta, si dedica allo studio di tutte le digital news per riportarle al pubblico di Scuola di Palo Alto in maniera semplice ed efficace. Il digital marketing è pane quotidiano per i suoi denti.

Lascia un commento