Prendete il controllo della situazione

Condizioni difficili possono trasformare improvvisamente i leader in ritardatari.

Julian Rotter, professore di psicologia dell’Università del Connecticut, ha sviluppato il concetto di quello che lui stesso definisce locus del controllo. Rotter sostiene che alcune persone sono convinte di essere essenzialmente in controllo di tutte le cose positive e negative che accadono loro; hanno, quindi, un locus del controllo interno. Altre, invece, credono che tutto ciò che succede è determinato da forze esterne o accade per caso; hanno, appunto, un locus esterno.

Queste visioni del mondo non sono assolute, la maggior parte delle persone si muove fra i due estremi. Tuttavia recenti studi mostrano che gli individui con un locus interno molto forte vivono meglio. In generale, sono meno propensi a considerare le attività di tutti i giorni angoscianti, non si lamentano e non biasimano frequentemente, non battono ciglio né di fronte a complimenti né a critiche. L’importanza di questa mentalità è dimostrata dalle statistiche riguardanti i tornado.

Negli ultimi due decenni lo stato dell’Illinois è stato colpito da un numero di tornado pari al cinquanta per cento in più di quelli che si sono abbattuti sull’Alabama, registrando, tuttavia, meno vittime. Questa discrepanza può essere in parte spiegata grazie a uno studio pubblicato sulla rivista americana Science. Secondo l’articolo gli abitanti dell’Alabama hanno sempre creduto di non essere in controllo del proprio destino, bensì di dipendere da Dio. La popolazione dell’Illinois, al contrario, è più incline ad avere fiducia nelle proprie capacità e ad agire prontamente. Ciò non significa che dobbiamo avere un’eccessiva sicurezza; dovremmo piuttosto trovare il giusto mezzo tra la fiducia in se stessi e il ragionevole dubbio, tra l’amor proprio e l’autocritica, e dovremmo farlo ogni giorno. Come scrive Al Siebert nel suo libro The Survivor Personality, “Il modo in cui affronti le circostanze di tutti i giorni influenza le tue chance di sopravvivenza in un momento di crisi.”

Anche nel mondo del business funziona allo stesso modo. Condizioni difficili di mercato possono far emergere nella concorrenza differenze che precedentemente non erano apparenti; possono trasformare improvvisamente i leader in ritardatari e viceversa; determinano i vincitori e i perdenti. Quando avvengono cambiamenti drammatici si scatena la competizione dando origine a periodi di profonda tensione e di sfide estreme.

Marco Masella

Marco Masella

Marco Masella, Presidente della Scuola di Palo Alto e CEO di Profiles International Italy. Studia e approfondisce da sempre le dinamiche aziendali relative al passaggio dall’economia industriale all’economia della conoscenza. Su questa linea di analisi ha sviluppato, negli ultimi anni, un’attenzione e una sensibilità particolari verso le problematiche poste dall’etica, dai valori e dal senso di responsabilità all’interno delle organizzazioni, pensando l’individuo come elemento cardine sul quale investire per garantire rapporti di mutuo profitto.
Marco Masella

Ultimi post di Marco Masella (vedi tutti)

Lascia un commento