Imposte Anticipate e Differite – 1 g

Vedremo la determinazione del risultato d’esercizio e dell’imponibile fiscale; valuteremo le differenze tra principi di bilancio e fiscali; parleremo d’imposte da liquidare o liquidate e di debiti tributari, d’imposte differite passive e di fondo d’imposte oltre che d’imposte anticipate attive e attività per imposte.

Per acquisti multipli si applica uno sconto del 15%

Obiettivi

  • Fornire gli strumenti normativi necessari per la rappresentazione e valutazione nel bilancio dei debiti tributari e dei fondi per imposte, alla luce della Riforma del Diritto Societario, del Principio Contabile n. 25 e dello IAS 12, che richiedono l’appostazione in bilancio d’imposte anticipate e differite
  • Analizzare, attraverso esemplificazioni, le situazioni più ricorrenti, gli strumenti e gli schemi funzionali alla corretta impostazione ed esecuzione del conteggio d’imposte anticipate e differite
  • Offrire cornice teorica di riferimento in merito al quadro normativo di riferimento

A chi è rivolto

Responsabili uffici amministrativi, responsabili uffici fiscali, addetti uffici fiscali e amministrativi. Tutti coloro che sono coinvolti o che intervengono nella redazione del bilancio d’esercizio.

Argomenti trattati

Differenze tra risultato civilistico e imponibile fiscale

Entreremo nel dettaglio delle differenze definitive, tassabili e deducibili, delle differenze temporanee, tassabili e deducibili, delle diverse tipologie di differenze definitive e delle diverse tipologie di differenze temporanee e l’impatto sul conteggio. Infine vedremo la casistica nell’attuale TUIR e ai fini IRAP.

La determinazione delle imposte anticipate e differite

Parleremo del metodo dell’allocazione globale, della mappatura delle differenze temporanee e della gestione dei rientri nonché dell’aliquota da applicare. Infine parleremo della rilevanza di perdite fiscali, di utili non distribuiti da controllate o collegate e di operazioni sul patrimonio netto.

La rappresentazione in bilancio

Partendo dalla classificazione di bilancio analizzeremo le voci di bilancio da utilizzare, la rappresentazione dei valori nello stato patrimoniale, nel conto economico e nella nota integrativa. Infine discuteremo del problema della ricuperabilità del credito per imposte anticipate.

La documentazione di supporto

Esamineremo la documentazione per i conteggi, per le riconciliazioni d’esercizio, per le riconciliazioni tra i diversi esercizi. Inoltre vedremo i prospetti di conteggio e affronteremo i problemi applicativi dei principi e di computo delle imposte.

Il Programma

Il quadro normativo di riferimento

  • Codice Civile e principi contabili nazionali
  • I principi contabili internazionali: le principali differenze

La competenza in materia d’imposte

  • Determinazione del risultato d’esercizio
  • Determinazione dell’imponibile fiscale
  • Differenze tra principi di bilancio e fiscali
  • Imposte da liquidare o liquidate e debiti tributari
  • Imposte differite passive e fondo imposte
  • Imposte anticipate attive e attività per imposte

Le differenze tra il risultato civilistico e l’imponibile fiscale

  • Le differenze definitive, tassabili e deducibili
  • Le differenze temporanee, tassabili e deducibili
  • Le diverse tipologie di differenze definitive
  • Le diverse tipologie di differenze temporanee e l’impatto sul conteggio
  • La casistica nell’attuale TUIR e ai fini IRAP: analisi commentata

La determinazione delle imposte anticipate e differite

  • Il metodo dell’allocazione globale
  • La mappatura delle differenze temporanee e la gestione dei rientri
  • L’aliquota d’imposta da applicare
  • La rilevanza di:
    • perdite fiscali
    • utili non distribuiti da controllate o collegate
    • operazioni sul patrimonio netto

La rappresentazione in bilancio

  • La classificazione di bilancio
  • Le voci di bilancio da utilizzare
  • Rappresentazione dei valori nello stato patrimoniale
  • Rappresentazione dei valori nel conto economico
  • Rappresentazione nella nota integrativa
  • Il problema della ricuperabilità del credito per imposte anticipate

La documentazione di supporto

  • Documentazione per i conteggi
  • Documentazione per le riconciliazioni d’esercizio
  • Documentazione per le riconciliazioni tra i diversi esercizi
  • Prospetti di conteggio
  • Problemi applicativi dei principi e di computo delle imposte
  • Principi nazionali e internazionali a confronto: principali differenze; analisi comparata

La trasformazione delle imposte anticipate in crediti recuperabili

1 recensione per Imposte Anticipate e Differite – 1 g

  1. Valutato 5 su 5

    Giulia Sada (SAIPEM)

    Corso stimolante e utile. Relatrice competente e disponibile.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti ora al corso Imposte Anticipate e Differite – 1 g

600,00 (+IVA)
Svuota
Hai bisogno di altre informazioni?