Innovazione e Pensiero Creativo – 2 gg

1.315,00 (+IVA)

(7 recensioni dei clienti)

In un mercato dove l’innovazione diventa sempre più l’elemento su cui si gioca la sopravvivenza stessa dell’azienda, e che appare protagonista delle Carte Valori delle principali aziende mondiali, la sfida che le aziende devono cogliere è che l’innovazione esca dai perimetri ad essa tradizionalmente riservati (marketing, ricerca, sviluppo, ecc.) e diventi il linguaggio stesso che l’azienda parla, anche al suo interno, il suo stesso approccio mentale.

Svuota
COD: 2014 Categoria: Tag:
Per acquisti multipli si applica uno sconto del 15%

Obiettivi

  • Apprendere i meccanismi cognitivi che sottendono il processo di produzione di idee, il problem solving e il pensiero creativo
  • Allenare la nostra mente a sciogliere gli schemi mentali che bloccano la creatività e il pensiero divergente
  • Acquisire le tecniche più efficaci per favorire il pensiero creativo
  • Comprendere come favorire e rendere “naturale” all’interno dell’organizzazione un approccio innovativo alle cose, e non solo ai problemi

A chi è rivolto

Non solo figure aziendali specificamente incaricate di produrre innovazione, ma anche tutte quelle posizioni aziendali che non possono più sottrarsi a un cambio di approccio mentale richiesto dal mercato, che chiede e divora innovazione.

Argomenti trattati

Il seminario si compone di 7 SLOT, impostati come LABORATORI TEORICO-PRATICI, in cui l’allenamento è scopo e metodo: un allenamento specifico e mirato, analogo a ciò che avviene nell’allenamento sportivo, dove si individuano gli specifici gruppi muscolari e i movimenti in grado di attivarli.

Non a caso, ampio spazio è destinato al cosiddetto «Stretching Mentale»: specifici esercizi che sollecitano, sciolgono e rafforzano quei «gruppi muscolari mentali» in cui risiede la produzione di creatività, sciogliendo i blocchi inconsapevoli e allenando nuovi «movimenti», con la consapevolezza del funzionamento sottostante.

Il Programma

Il laboratorio procede per focus progressivi e concentrici, da dentro a fuori, e cioè:

  1. dalla prima scintilla individuale
  2. alle tecniche di creatività di gruppo, e alle possibilità di un loro utilizzo “quotidiano” in azienda
  3. per toccare infine l’intera l’azienda, per come può favorire e rendere “naturale” al suo interno un approccio innovativo alle cose, e non solo ai problemi

Slot 1 – Si può misurare la creatività e le sue componenti? Sì

  • Test: misurare il profilo dei principali ingredienti creativi e di approccio ai problemi che compongono il proprio stile istintivo, coglierne vantaggi e rischi, individuare elementi da valorizzare e aree su cui lavorare

Slot 2 – Quali sono i nemici della nostra creatività?

  • Individuazione dei meccanismi cognitivi ed emotivi, in gran parte inconsapevoli, che ostacolano la produzione di idee nuove e il loro adattamento e inserimento in contesti preesistenti
  • Creatività e innovazione
  • Analogie e differenze tra meccanismi intra-personali e inter-personali
  • Il linguaggio e la sua duplice natura
  • I processi mentali: espressione e impostazione
  • Dal desiderio al progetto
  • I 2 strumenti per entrare dentro la mente e guidarla

Slot 3 – Esercizi di “stretching mentale”

  • Individuazione delle 10 componenti della creatività e allenamento mirato, con specifici esercizi (veloci e giocosi) su ognuna di queste
  • Creatività e vincoli come struttura base dei processi creativi

Slot 4 – Il problem solving come processo a fasi distinte

  • Scopo e sequenza delle fasi
  • Dove la creatività, dove la razionalità
  • Pensiero divergente e pensiero convergente

Slot 5 – Tecniche di creatività individuale e di gruppo

  • Rassegna delle principali tecniche di creatività e loro utilizzi in contesti diversi
  • Come applicare le tecniche creative alle riunioni
  • Il pensiero veloce: tecniche ed esercizi

Slot 6 – Linguaggio o linguaggi?

  • Il linguaggio che blocca, il linguaggio che muove
  • Le domande dell’azione

Slot 7 – Dalla creatività individuale all’organizzazione creativa

  • Gli elementi fondanti dell’organizzazione creativa

7 recensioni per Innovazione e Pensiero Creativo – 2 gg

  1. Daniela Bagnato (VERTEX PHARMACEUTICALS)

    2° corso alla Scuola di Palo Alto: alta qualità e cura dell’organizzazione, alta professionalità

  2. Boris Nava (TECHNOGYM)

    Qualità eccellente del relatore

  3. Anna Fratoni (VERTEX PHARMACEUTICALS)

    Gruppo con persone tutte motivate e proattive, aula di dimensioni giuste per una interazione ottimale

  4. Massimo Mazza (H.R. SERVICES – Gruppo TelecomItalia)

    Ottimo corso, molto utile sia nella vita professionale che in quella personale.

  5. Jacopo Corridoni (H.R. SERVICES – Gruppo TelecomItalia)

    E’ un corso che dovrebbero fare tutti per affacciarsi ai meccanismi che regolano il funzionamento della nostra mente e che presiedono al pensiero creativo!

  6. Monica Masala (H.R. Services – Gruppo TelecomItalia)

    “Yes I am”: posso cambiare, posso migliorare, posso imparare

  7. Tiziana Omaggi (H.R. Services – Gruppo TelecomItalia)

    L’innovazione e la creatività richiede libertà e audacia, senza tralasciare il metodo

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi sapere se questo corso fa per te?

NOME/COGNOME

E-MAIL

IL TUO MESSAGGIO