social e covidCome comunicare sui social media aziendali in tempi di pandemia? Abbiamo provato a rispondere a questa domanda. Nessun social media manager è “esperto di comunicazione in tempi di Coronavirus” ma abbiamo raccolto qualche consiglio in grado di fornire utili spunti di riflessione.

Costretti in casa, alla ricerca di contatti umani, di contenuti divertenti per tirare su il morale e di informazioni sulla pandemia, abbiamo dato ampio spazio alle piattaforme social. I dati dell’analisi periodica Digital 2020 (Hootsuite/We Are Social) sul mese di aprile 2020 fotografano un picco di utilizzo dei social network durante il lockdown.

Ogni realtà aziendale si è chiesta cosa fosse giusto pubblicare in un momento così.

Senza dubbio i follower trascorrono più tempo online di quanto non abbiano mai fatto prima pertanto questo periodo, da una parte, ti offre un’opportunità unica aumentare la brand awareness. Non puoi però attuare strategie di vendita aggressive come se nulla fosse successo, o rischieresti di sembrare fuori luogo in un momento dove il pubblico ha una sensibilità certamente più elevata.

Ecco quali argomenti affronteremo in questo post:

Ascolto, presenza ed empatia sui social in tempi di Coronavirus

Ignorare di essere in una situazione delicata o fingere che tutto sia normale potrebbe risultare fastidioso agli occhi dei follower. E’ importante far sapere ai proprio clienti e potenziali tali che riconosci le esigenze legate alla nuova normalità.

Non occorre celare la volontà di vendere ma si possono adottare strategie per apparire meno aggressivi e più “utili” in un momento particolare che coinvolge tutti.  Contestualizzare le promozioni e riconoscere il clima attuale fa davvero la differenza e ti aiuta ad umanizzare il tuo marchio.

Le tue vendite sono sospese perché hai dovuto chiudere la tua attività? Se al momento non sei in grado di commercializzare o vendere i tuoi prodotti o servizi, concentrati sulla condivisione di contenuti che siano in linea con i valori del tuo marchio.

Cerca di essere empatico, ognuno dei tuoi follower sta vivendo una situazione diversa. Pensaci due volte prima di pubblicare messaggi ironici. Non devi menzionare il Covid-19 esplicitamente in tutti i tuoi contenuti, ma prendi in considerazione il tono delle tue didascalie e pensa sempre a come potrebbe essere interpretato da persone che affrontano una realtà diversa da quella in cui magari ti trovi tu.

Concentrati magari sul valore dei tuoi contenuti. Cerca di fornire informazioni utili, attraverso video, post carosello o didascalie, invece di chiedere costantemente di fare swipe up per acquistare un bene o un servizio della tua azienda.


social communicationVendere o fidelizzare?

La tipologia di contenuti che pubblicherai in questo momento è direttamente correlata allo stato della tua attività e al modo in cui il Covid-19 ha influenzato il tuo settore.

Abbiamo immaginato due scenari possibili

  • Scenario n. 1: attività aperta
    Se la tua attività è aperta e lavora duramente per sopravvivere a questo momento, come molti negozi al dettaglio e ristoranti, sicuramente vorrai condividere contenuti con l’obiettivo di ottenere vendite dai social media.

Ecco alcune idee che potranno aiutare il tuo business:

  1. Cerca di essere presente in maniera costante.
  2. Se vendi prodotti, collega il tuo negozio online a Instagram Shopping in modo da poter taggare i prodotti in post e storie.
  3. Condividi contenuti generati dagli utenti sia nelle tue storie che nel tuo feed per ringraziare i tuoi follower per gli acquisti o gli ordini da te durante questo periodo.
  4. Non cercare sempre di vendere in maniera aggressiva, piuttosto, usa le didascalie chiedere supporto e comunicare gratitudine.
  5. Programma i tuoi contenuti, non improvvisare, questo ti consentirà di dedicare più tempo alla gestione della tua attività.
  • Scenario n. 2: attività chiusa
    Se la tua attività è chiusa o non è in grado di operare in questo momento, puoi comunque condividere contenuti con l’obiettivo di fidelizzare i tuoi clienti e curare la tua authority: rimanere in contatto con i tuoi follower esistenti e fornire loro informazioni utili che potranno ricordarsi quando riaprirai, ti aiuterà non appena potrai riprendere le vendite.

Ecco alcune idee su ciò che puoi pubblicare:

  1. Condividi video educativi , sia attraverso le tue storie, Instagram Live o IGTV. Se normalmente non crei contenuti video, ora è un ottimo momento per iniziare visto che avrai più tempo.
  2. Esegui un restyling dei tuoi social, siamo certi che qualcosa richiede maggiore attenzione e che le grafiche o lo stile possono essere migliorate.
  3. Crea abitudini sane per il tuo brand. E’ un ottimo momento per stabilire abitudini sane che potrai portare avanti per tutto l’anno, sia che si tratti di programmare un mese di contenuti contemporaneamente o di dedicare 30 minuti al giorno per interagire con nuove persone su Instagram.

Mettere il tuo pubblico al primo posto è l’unico vero segreto, in tempi di pandemia e non solo.

Georgia Conti

Georgia Conti

Georgia si dedica al digital marketing dal 2005. In pochi anni ha costruito un marchio che ha portato al successo grazie alle sue abilità nel gestire numerose Social Community. Libera pensatrice per scelta, si dedica allo studio di tutte le digital news per riportarle al pubblico di Scuola di Palo Alto in maniera semplice ed efficace. Il digital marketing è pane quotidiano per i suoi denti.