I 10 Trend SEO del 2020 che devi sapere

Quali tendenze SEO funzioneranno nel 2020? Di cosa dobbiamo maggiormente preoccuparci?

Ogni inizio anno affrontiamo questo dilemma e ogni anno rinnoviamo i nostri corsi SEO per offrire una formazione attuale, concreta ed applicabile.

1) BERT ed il search intent

Nel 2019, il lancio del nuovo algoritmo BERT di Google ha suscitato molta attenzione ed ogni professionista SEO vuole capirne le funzionalità per imparare ad ottimizzare il proprio business in questa chiave.

Ok ma piuttosto che concentrarsi su come ottimizzare qualcosa per uno specifico algoritmo, cerca di pensare prima di tutto al tuo utente e quindi sulle tecniche di creazione di contenuti.

In estrema sintesi significa analizzare i punti di accesso degli utenti per cercare, creare e rivalutare i contenuti da creare o magari già creati.

Gli utenti oggi hanno più opzioni che mai nella ricerca ed è quindi fondamentale per i SEO tenere a mente i fondamenti dell’architettura pulita e della delivery dei contenuti.

Con l’introduzione di BERT e l’algoritmo dei featured snippets, Google ha fatto un grande passo in avanti sulla corrispondenza degli intenti di ricerca piuttosto che sulla corrispondenza delle keyword.

Gli strumenti di ricerca per parole chiave potrebbero persino diventare meno rilevanti se dovessero continuare a basarsi su funzionalità quali le query suggerite.

Nel 2020, i SEO dovranno distogliere lo sguardo dallo schermo per parlare con i propri clienti di modo che possano scoprire ciò che il loro pubblico vuole davvero da loro e capire a che punto della customer journey si trovano.

Come sempre, i nostri sforzi vanno ampliati ben oltre l’acquisto e creare un set di contenuti che soddisfino le esigenze dopo la vendita, come il customer care, la gestione della community ed altro, con l’unico scopo di avere rilevanza per acquisti futuri.

Troppi brand dimenticano o non riescono a realizzare ciò che serve per attirare e impressionare i potenziali clienti. Proprio come in un negozio fisico, i clienti vogliono sapere che sei dalla loro parte, che possono fidarsi di te e che sei un partner affidabile.

–  Sam Hollingsworth

2) Contenuti ottimizzati e di alta qualità

La SEO deve soddisfare.

Il contenuto influisce su tutto nel SEO oltre alla struttura del tuo sito e alla strategia di cross linking interno.

Per avere successo nel 2020, dovrai scrivere qualcosa che sia rilevante e prezioso: ciò significa che i SEO devono imparare a scrivere o assumere persone che sanno scrivere in quanto i contenuti poco rilevanti avranno vita breve nel ranking di Google.

Creando un contento di qualità ti consente di competere efficacemente per ricerche long-tail (che rimangono ancora circa il 70% di tutte le query di ricerca), ti aiuterà a costruire l’autorità del tuo sito. Questo tipo di approccio ai contenuti è esattamente quello che Google sta cercando e premierà in quanto in grado di soddisfare le esigenze degli utenti.

Il mantra del 2020 dovrebbe essere qualcosa del genere: abbandona l’ossessione per le keyword!

Quali regole invece seguire per un contenuto di qualità?:

  • Comprendi chi è il tuo pubblico e come cerca.
  • Comprendi l’intento alla base delle domande che stanno ponendo o dei problemi che devono risolvere.
  • Offri loro soluzioni o risposte nei formati che preferiscono tramite contenuti concreti, di qualità e autorevoli.
  • Creare per ogni fase della customer journey un’esperienza che soddisfi le loro esigenze.
  • Testa, testa e testa ancora: se hai successo una volta non vuol dire che qualcun altro non farà qualcosa di meglio.

Attento poi alla cannibalizzazione dei contenuti: se più pagine trattano lo stesso argomento cerca di unificarle anche se il topic che hai preso in considerazione è analizzato da punti diversi.

3) EAT

Nel 2020, Google continuerà a esaminare la reputazione generale e l’EAT (competenza, autorevolezza e affidabilità) di una determinata azienda e delle persone che pubblicano contenuti per conto di tale società: le aziende che hanno problemi di reputation, problemi con il servizio clienti o altri problemi di fiducia nei confronti dell’utenza, avranno difficoltà a competere nel panorama online; questi problemi di fiducia non si manifestano solo con recensioni e feedback negative sul brand, ma riguardano anche problemi tecnici o di sicurezza del sito.

Ci sarà una forte attenzione ai contenuti di qualità e alla lotta contro le notizie false nonché l’autorevolezza delle informazioni presenti sulle varie biografie degli autori dei post.

4) UX e technical SEO

La tendenza più grande su cui i professionisti SEO dovrebbero concentrarsi nel 2020 per un maggiore successo è la  UX.

Quando parliamo di SEO tecnica e UX, bisogna tenere in considerazione la velocità del sito e della pagina: questo porterà a sistemi che richiedono una riprogettazione quasi completa dei modelli di pagina e la riprogettazione del modo in cui vengono caricate le risorse.

5) mobile SEO

Sorpreso?

Non esserlo perché molte versioni mobile sono ancora molto confuse!

Cosa significa?

Costruisci siti per dispositivi mobili, quindi rendili compatibili per desktop.

Tutti i test che si faranno sul sito devono essere fatti partendo dalla versione mobile in quanto l’uso mobile supera ormai da tempo l’utilizzo desktop.

Ma il SEO mobile non si ferma qui: studia le SERP mobili in quanto si vede capire il formato delle SERP mobile, come ottimizzare e che traffico potenziale aspettarsi.

6) Dati strutturati

Sappiamo che contenuti di alta qualità saranno importanti nel 2020, tuttavia, gli algoritmi non comprendono ancora completamente il contesto.

Quindi dobbiamo dare “suggerimenti” ai motori di ricerca per far comprendere meglio e fornire risultati, basati sull’intenzione dell’utente: ciò significa strutturare i dati in un modo che aiuti i motori di ricerca a comprendere meglio non solo ciò che si trova in una pagina, ma anche il modo in cui ciascun elemento si collega ad altri elementi della pagina e come tale pagina si collega ad altre pagine all’interno del sito Web.

I SEO inizieranno a sfruttare i loro dati strutturati per migliorare le loro analisi in modo da poter valutare quale parte del loro contenuto sta avendo successo e utilizzare questi dati per influenzare la strategia di contenuto, la strategia di marketing, le caratteristiche del prodotto e altro.

Attenzione: nuovi tipi di markup vengono continuamente aggiunti o migliorati e probabilmente ci saranno penalizzazioni per cattive implementazioni di dati strutturati.

7) Ottimizzazione di Entità & Knowledge Graph

La SEO locale è basata sull’entità da anni: siamo sempre stati in grado di classificare le attività commerciali locali anche se non dispongono di un sito web; Google sta già monitorando le visite del mondo reale e recentemente ha ricevuto un brevetto per l’utilizzo di “quality visits” come segnale di ranking.

Vuoi essere visto come un’entità? Se pubblichi rapporti di settore originali, proponi nuovi consigli di esperti e sei tra le voci dominanti sul mercato, Google inizierà a vederti come un’entità.

8) Link Building e Brand Building

Vuoi acquisire link di qualità nel 2020?

Ciò significa concentrarsi su tre tipi di scrittura giornalistica:

  • Redazione pianificata : argomenti trattati ogni anno in un determinato momento (ad es., Black Friday, San Valentino).
  • Redazione reattiva pianificata : funzionalità scritte su un argomento legato a un evento o tema stagionale che sappiamo essere coperto a causa del periodo di tempo, ma non ne conosciamo l’evoluzione sino a quando non si scriverà la storia.
  • Redazione reattiva : funzionalità scritte nel qui e ora che non sono pianificate e non possono essere previste e sono dettate a causa di una notizia.

La responsabilità dei SEO è di costruire collegamenti e posizionamenti multimediali che guidano il traffico e spingono il brand e non solo i collegamenti che aiutano il rank di ricerca: l’attività di backlinking deve essere indirizzata al brand  per costruire un marchio di cui la gente si fida e con cui desidera fare affari.

I clienti stanno diventando più attenti e si aspettano di più quando si tratta di marketing: più si fidano di te e più sono disposti a condividere i tuoi contenuti (link), parlare di te (valore) e acquistare i tuoi prodotti (entrate).”

9) Attenzione alla visibilità

Le ricerche a zero clic hanno acquisito importanza nel 2019 e continueranno a crescere d’importanza nel 2020.

Gli esperti di marketing dovranno cercare di adattarsi e trarne vantaggio, diventando più strategici per le informazioni mostrate negli snippet di ricerca.

Ovviamente il posizionamento organico è molto importante: la posizione 1 sotto un Knowledge Graph o un Featured Snippet è diverso dalla posizione 1 senza questi elementi.

10) Programmazione

Nel 2020, dovresti attingere a linguaggi di programmazione come Python e R per eliminare i tuoi task più onerosi in termini di tempo.

L’automazione SEO ti consentirà di sfruttare il potere dei fondamenti del marketing:

  • Branding.
  • Creare grandi esperienze per i clienti.
  • Storytelling.
  • Parlareo la lingua del tuo cliente.
  • Ascoltare il mercato di riferimento e fornire risposte ponderate / tempestive.
  • Fornire contenuti di facile consumo (nel modo in cui i tuoi utenti lo desiderano).
  • Essere umano.

Ci sono vantaggi reali nel passare ad un’analisi più sofisticata dei propri dati:

  • Incorporare altre fonti di dati per approfondimenti.
  • Applicare l’apprendimento automatico per risolvere problemi complessi.
  • Prendere decisioni che normalmente sarebbero difficili e richiedono input umani (per i quali c’è un tempo limitato).

Marco Mutti

Nato a Pavia nel 1976, dove si è laureato, ha lavorato da prima nell'area commerciale della GDO food per poi dirigere, dopo anni di esperienza nel web, il reparto Marketing di una nota azienda digital. Varie esperienze all'estero ed un'ampia visione e conoscenza del web marketing completano il profilo professionale di Marco

Ultimi post di Marco Mutti (vedi tutti)

Lascia un commento